Varie Utilità: Smaltimento Toner - Loretta Giro

Tel. 0345/23673
Consulente del lavoro
Iscritta all'Ordine dei Consulenti de Lavoro di Bergamo al n. 529
Vai ai contenuti

Varie Utilità: Smaltimento Toner

Varie Utilità
Smaltimento Toner Esauriti

Gentile Cliente,
con la stesura del presente documento informativo intendiamo illustrarle gli aspetti legati all'obbligo di
smaltimento di toner utilizzati ed esauriti nei processi di stampa per i titolari di partita IVA.
Ciò in quanto, seppur l'obbligo sussiste da tempo, negli ultimi tempi stanno esercitando controlli.
I prodotti utilizzati per la stampa (toner, cartucce, ecc.) utilizzati (ed esauriti)  nell’attività esercitata da un’impresa, da un ente o da un libero professionista, giuridicamente si qualificano come “rifiuti speciali” e come tali devono essere destinati al recupero o allo smaltimento.
L’onere di provvedere al predetto smaltimento sussiste in capo al produttore degli scarti (impresa, ente o libero professionista).
Trattandosi  di  rifiuti  speciali,  essi  non  possono  essere  presi  in  carico  dal  servizio pubblico comunale di raccolta rifiuti, ma devono essere destinati al corretto ciclo di smaltimento previsto appunto per i rifiuti speciali.
L’obbligo, per tutti i titolari di partita IVA, di provvedere al corretto smaltimento dei toner ed altri
prodotti per stampanti rientra tra quelli previsti dal D.Lgs. 152/2006.
L’onere riguarda tutti quei prodotti che presentano un codice CER di rifiuto speciale non pericoloso ed
un codice CER di rifiuto speciale pericoloso.
In caso  di  toner  relativi  a  stampanti  non di  proprietà  ma  prese  a  noleggio, responsabile dello smaltimento dei toner resta il produttore del rifiuto (ossia l’azienda, l’ente o il libero professionista che ha preso la stampante a noleggio e non il noleggiatore).
Per ulteriori informazioni a riguardo potete contattare lo studio.
Torna ai contenuti